Passione cieca: quando c’è da imparare da loro

Isobel, una husky di sei anni che ha perso la vista, continua a tirare la slitta e a portare i turisti in giro per i territori subartici del Canada. 

cane-slitta_cieco1.jpg

 Isobel non è nata cieca, lo è diventata cinque anni fa a causa di un virus agli occhi.
I veterinari di Churchill, la città dove vive Isobel, hanno detto al suo padrone, Jenafor Ollander, che il cane non avrebbe potuto più tirare la slitta.

Ollander a quel punto l’ha messa in pensione, lasciandola casa, al caldo e al sicuro.
Ma Isobel ha avuto una reazione inaspettata: ha smesso di mangiare e di bere e si stava lasciando morire.

Nessuno si rendeva conto del perché, tutti pensavano che il problema fosse la cecità, il ritrovarsi in un mondo buio.
Invece una volta Jenafor ha portato una delle slitte a casa e ha assistito a una scena incredibile: Isobel è schizzata fuori e ha cominciato ad abbaiare e a guaire, strofinandosi contro il mezzo.

Il suo padrone ha capito che la depressione del cane dipendeva dalla nostalgia del suo lavoro, delle corse sulla neve.
Nonostante lo scetticismo dei veterinari, Jenafor ha reintrodotto Isobel tra i suoi compagni di tiro e ha ricominciato a farle trainare la slitta. 

Il cane ha ripreso immediatamente a bere e a mangiare ed è tornata allegra e vivace come prima.
Da allora sono passati cinque anni, Isobel continua a tirare la slitta e a portare in giro la gente ma non sta più nelle retrovie. 
Adesso sta in prima fila, in coppia con un compagno, e guida gli altri cani.
Isobel ubbidisce ai comandi vocali di Jenafor ed evita gli ostacoli usando gli altri sensi.

Tra un po’ Isobel dovrà davvero andare in pensione ma per lei c’è già pronta una coppia, con tre bambini e una slitta nuova di zecca, che la vuole adottare.

 Fonte: CBC News

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *