Tutti al mare con fido

ROMA
Quest’estate sarà possibile andare in spiaggia con il proprio cane. Il “Comitato per la creazione di un’Italia animal friendly”, nato nel giugno scorso per volere del Ministero del Turismo presieduto da Michela Brambilla, ha presentato un’ordinanza-tipo che permette ai proprietari di animali di averli con sé anche al mare.

Il testo, elaborato in collaborazione con l’Anci, di cui è presidente il sindaco torinese Sergio Chiamparino, e con il sindaco di Cagliari, Emilio Floris, delegato al turismo, sarà inviato dall’associazione agli oltre 600 primi cittadini di comuni costieri italiani, dove la disciplina al riguardo è tutt’altro che uniforme. L’ordinanza, che prevede l’individuazione di un tratto di spiaggia libera “animal friendly” destinata ad accogliere gli amici a 4 zampe, specifica che l’accesso sarà consentito ai cani regolarmente iscritti all’anagrafe canina e pone comunuque una serie di obblighi a carico dei detentori/proprietari, dall’eliminazione delle deiezioni al controllo e alla conduzione degli animali, che potranno fare il bagno nello specchio di mare antistante la spiaggia.

Il Comitato promotore si pone come obiettivo quello di andare incontro alle esigenze di milioni di italiani e di aumentare la competitività turistica nazionale. «Un’Italia che rappresenta davvero una punta di eccellenza sia sotto il profilo culturale che per le attività dedicate ai visitatori – ha spiegato il ministro Brambilla – non può prevedere divieti e limitazioni alla circolazione degli animali, soprattutto nelle aree più frequentate del territorio. L’ordinanza-tipo, che proporremmo di emanare a tutti i Comuni interessati entro il mese di luglio, vuole innanzitutto contribuire alla creazione di una nuova coscienza di amore e rispetto per i nostri piccoli amici oltre che contrastare l’odioso fenomeno dell’abbandono estivo. Se adottata darà anche impulso all’industria turistica locale, aumentando l’appeal delle località costiere italiane nei confronti dei visitatori nazionali e internazionali. Ricordo infatti che in Italia una famiglia su tre possiede animali d’affezione».

I comuni italiani che per primi recepiranno il provvedimento verranno premiati dal Ministero del Turismo quali “Comuni a 5 stelle” e già molte località stanno cercando di attrezzarsi. A cogliere per primi il compito del Comitato sono stati i ragazzi dell’associazione “Repubblica Salentina” che nel giro di pochi giorni hanno diramato sul territorio un appello alle varie strutture operanti nel settore del turismo chiedendo loro di segnalare quali fossero gli hotel, i b&b e le masserie attrezzate per ospitare turisti con annessi amici a quattro zampe. E, come spesso accade, quando è la giovane “res publica” a muoversi la risposta giunge puntuale ed immediata. Infatti è già operativa sul loro portale la sezione dedicata al “Salento Animal Friendly”.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *