USA: detenuto addestra cane per bimbo autistico

Si conoscono ormai da tempo i benefici che specifici cani da terapia possono apportare ai bambini autistici. Ma uno di questi cani in particolare, di cui ha parlato recentemente il Denver Post, ha attratto la nostra attenzione. Si tratta di Clyde, addestrato appositamente per Zack Tucker, un bimbo di nove anni residente a Colorado Springs e affetto dalla Sindrome di Asperger.

Particolare ancora più curioso: Clyde, un labrador color cioccolato, è stato addestrato alla perfezione presso la Sterling Correctional Facility, un istituto penitenziario, dal detenuto per omicidio Christopher Vogt. L’uomo è ora un amico anche del piccolo Zack.

La passione di Vogt per gli animali e la sua capacità di educarli hanno convinto gli amministratori del penitenziario, che danno al detenuto la possibilità di lavorare regolarmente con il bambino, e di insegnargli ad interagire correttamente con Clyde.

Uno dei metodi di addestramento di Vogt consiste nello studio attento del paziente che il cane dovrà aiutare. Una sorta di vero role-playing, dunque, che insegna all’animale come interagire in praticamente ogni situazione.

Nel 2002, Vogt ha passato mesi su una sedia a rotelle addestrando un cane a recuperare e restituire oggetti. In pratica, da anni “finge” di essere il futuro padrone del cane che educa e ne veste i panni, handicap compresi. Tra i suoi clienti, vi sono stati un ragazzino con una paralisi cerebrale ed una ragazza vittima di violenza carnale.

Ora, naturalmente, si comporta come se soffrisse di autismo.

Dal momento che il piccolo Zack si sente facilmente confuso e la sua reazione è quella di scoppiare in lacrime, Vogt, addestrando Clyde, si copre spesso il volto simulando il pianto. Ha insegnato al labrador che quando il ragazzino si comporta così, Clyde deve farlo smettere toccandogli il viso con il muso.

Christopher Vogt è stato condannato a 48 anni di reclusione per un omicidio di secondo grado commesso nel 1999 e potrà forse uscire sulla parola solamente nel 2018. In carcere ha conquistato il diploma di educatore cinofilo, insegna ad altri detenuti a diventarlo e ha scritto due libri illustrati per bambini, di cui uno intitolato ‘Il tuo amico a 4 zampe’.

Il detenuto è stato retribuito dai genitori di Zack con 450 dollari per il suo lavoro, mentre il carcere, che mette a disposizione l’area di addestramento, viene risarcito dalla famiglia del bambino con la cifra simbolica di 50 dollari al mese. Zack viene lasciato con Voigt ad ogni lezione, e i suoi genitori non sembrano affatto preoccupati.

“Crediamo che sia un uomo meraviglioso, molto in sintonia coi bisogni di nostro figlio”, dicono.

Non appena il training sarà terminato, Clyde andrà a casa con Zack, e diventerà il suo cane.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *